Ricordo di un grande compagno

Delle sue vicende storiche leggerete sui giornali, noi, qui, lo vogliamo
ricordare per le iniziative comuni in difesa della libertà di espressione e
di azione.

Sante Notarnicola ci ha accompagnato nell’attività di mutuo soccorso
attraverso la sua presenza e l’azione dell’associazione Bianca Guidetti
Serra che ha contribuito a fondare. Un’azione comune nel mondo “dietro le
sbarre”, contro i “decreti sicurezza“, per “facciamoli uscire“. Un’azione
comune per affermare le libertà individuali e collettive come condizione
per l’emancipazione.

Un forte abbraccio solidale da tutte noi alle compagne della Bianca
Guidetti Serra e in particolare a Delia sua compagna, in tutti i sensi,
fino a questi ultimi giorni.

A pugno chiuso

Posted in Comunicati e documenti, Home | Tagged | Leave a comment

10 e 11 aprile asta #Eggthecop

Illustratori, fotografi, vignettisti, e fumettisti sostengono Sara, Claudio, Stefano e Matteo.
Perché #Eggthecop? L’hashtag ironico si riferisce proprio all’evento per il quale questi 4 compagn* sono stati processati e condannati: aver lanciato delle uova, destinate alla sede di Fratelli d’Italia, che hanno sporcato le divise dei poliziotti che si sono interposti fra i manifestanti e la sede chiusa e vuota.

Qui la vicenda viene raccontata nel dettaglio, ma volendo essere sintetici possiamo dire che Stefano, Claudio, Matteo e Sara sono stati condannati a pene fra 4 e 12 mesi di reclusione, e al pagamento di 13 mila euro ai poliziotti come risarcimento per danni morali. Somma alla quale vanno aggiunti 7000 euro di spese legali sostenute per affrontare il lungo processo.

Segui la pagina https://www.instagram.com/sostieni_impegno_sociale/ per maggiori dettagli sull’asta che si terrà il 9 e il 10 Aprile sui profili dei vari artisti e sul profilo @sostieni_impegno_sociale.

Come Associazione Mutuo Soccorso di Bologna abbiamo lanciato alcune iniziative per sostenere i/ compagn* coinvolti, consapevoli che la solidarietà è l’arma che ci consente di combattere ogni giorno i conti che lo stato presenta a chi esprime dissenso.

Chiediamo a tutte e tutti di partecipare all’asta per potersi aggiudicare bellissime opere fra cui fotografie originali di Tano D’amico, illustrazioni originali di ZeroCalcare, Befolko, Michele Lapini, Max Cavallari e tant* altr* artist*.

Posted in Comunicati e documenti, Home | Leave a comment

L’impegno sociale non può essere punito. Sostieni Stefano, Sara, Claudio e Matteo

Per partecipare al crowdfunding attivato per coprire le enormi spese che devono affrontare quattro compagn* condannati per fatti di piazza di quasi otto anni fa visita la pagina su Produzioni dal basso. Di seguito il racconto della vicenda che li ha coinvolti.

*

Con donazioni uguali o superiori alle soglie indicate saranno inviate le magliette e la borsa in foto. Fai clic per ingrandire.

La mattina del 15 febbraio 2013, nella giornata nazionale di mobilitazione studentesca in vista delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio, si è tenuto a Bologna il corteo #15F CONTRO PARTITI E BANCHE , manifestazione organizzata da studenti medi e universitari che hanno deciso di invadere la città al suono degli slogan “Que se vayan Todos! ” e “Non ci rappresenta nessuno”.

Era chiaro il messaggio da parte del mondo della formazione e del movimento studentesco: nessuna fiducia nella rappresentanza e nella delega del voto per riprendersi il proprio presente e futuro. Durante il corteo, oltre a cartelli elettorali e banche, sono state difatti sanzionate alcune sedi elettorali di partito tramite lancio di uova.

Le forze dell’ordine hanno fatto trovare la celere schierata in tenuta antisommossa davanti alla sede di Fratelli d’Italia in via Farini, a protezione di non si sa chi o cosa, dato che il portone era chiuso, le serrande abbassate, e all’interno non si trovava nessuno. Cosi facendo il reparto celere si frappose tra le uova e la serranda, beccandosi le uova lanciate dal corteo.

Al termine del lancio di uova, e con il corteo che ormai proseguiva per terminare in piazza San Francesco, il capo della celere si è lanciato in un incredibile ‘sfogo’: “Ma secondo voi, ma dove stiamo dai! Fotografate, ditelo, non voglio stare in queste condizioni […]”.

Tutto ciò ovviamente davanti alla stampa che non aspettava altro che un pretesto per fare notizia, sperando in qualche atteggiamento violento o scandaloso da parte del corteo.

Rispondendo poi ad un uomo che replicava “ma sono quattro ragazzini”, il poliziotto proseguiva dicendo “quattro ragazzini sono che devono conciare così una squadra? Ma non sono modi questi […] in queste condizioni io smonto, […] qui c’è tutto un giro, scrivete, fatelo sapere al mondo politico, ci dovete filmare, filmatelo e fatelo sapere […]”.

A La Repubblica ed agli altri organi di (dis) informazione tutto ciò non è parso vero e hanno dato uno spropositato risalto mediatico alle parole del celerino.

Per questo episodio 4 compagn* vengono denunciati per “tentate lesioni personali aggravate”, come se delle uova potessero veramente ferire un celerino in assetto antisommossa, e condannati a pene comprese fra i 4 e i 10 mesi e un risarcimento alla parte offesa di circa 13 mila euro. A questa somma vanno aggiunti 7 mila euro per le spese legali sostenute dalla nostra Avvocata. Per un totale di 20 mila euro!!

Avete capito bene, il reparto celere ha richiesto il risarcimento per DANNI MORALI per delle uova.

In uno stato in cui il riconoscimento dei danni morali avviene a fatica per le donne vittime di violenza di genere, un giudice ha stabilito che delle divise sporche meritino questo risarcimento pecuniario.

Consapevoli del fatto che i tribunali sono parte del meccanismo che criminalizza e condanna le lotte sociali, non siamo stupiti di tale sentenza. Purtroppo il ricatto economico sta diventando sempre più uno strumento utilizzato dalla controparte come deterrente alle iniziative e pratiche di piazza.

Come Associazione Mutuo Soccorso stiamo mettendo in campo alcune iniziative per sostenere i/le compagn* colpiti da questa infame misura repressiva, ma in questo periodo di emergenza sanitaria è sempre più difficile organizzare eventi come cene sociali, concerti ecc.

Nonostante la cifra assurda siamo abituati a non farci scoraggiare e in questo caso abbiamo bisogno di fare appello alla solidarietà collettiva, agli amici, alle amiche ai compagni e alle compagne e in generale a chi riconosce questa ingiustizia, per non piegarci a chi ci ricatta e continuare a lottare.

Partecipa al crowdfunding e alle iniziative di sostegno per i compagni e le compagne coinvolt*.

Posted in Comunicati e documenti, Home | Commenti disabilitati su L’impegno sociale non può essere punito. Sostieni Stefano, Sara, Claudio e Matteo

La necessità dell’amnistia sociale

Firmiamo il comunicato che segue con la rete Stop decreti sicurezza e molte altre realtà cittadine.

*

Sono quasi cinquantaquattromila le persone private della libertà che affollano le carceri italiane. Cinquantaquattromila persone costrette a spartire celle già anguste con migliaia di persone in più rispetto alla loro capienza regolamentare, determinando un sovraffollamento che impone una forzata prossimità e che annulla di fatto il rispetto di quella dignità umana che di diritto dovrebbe competere a chiunque.
In questi giorni in cui un’emergenza sanitaria ci impone il confronto con la vulnerabilità dei nostri corpi, dopo aver vissuto le nostre abitazioni come luoghi di reclusione forzosi, non possiamo non rimettere al centro di un ragionamento politico all’altezza della fase chi vive una vulnerabilità e una reclusione più assoluta e disperante: quella di decine di migliaia di persone il cui diritto alla incolumità e alla salute è stato negato, salvo qualche debole misura scarcerativa applicabile solo ad un numero esiguo di reclusi, dal decreto “Cura Italia”.

Continue reading

Posted in Comunicati e documenti, Home | Commenti disabilitati su La necessità dell’amnistia sociale

Contro il virus delle montature giudiziarie

Pubblichiamo un comunicato che l’associazione firma insieme a diverse altre realtà collettive cittadine

*

Il 13 maggio a Bologna sette compagne e compagni anarchic* sono stati arrestati e altr* cinque sottopost* ad obbligo di dimora con l’accusa assurda di associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico.
Si tratta di compagne e compagni che negli ultimi mesi si sono distint* per aver espresso solidarietà ai detenuti e ai loro familiari di fronte ai  14 morti nelle rivolte di marzo, e in un momento in cui le carceri sovraffollate sono diventate immensi focolai di contagio.
Stupefacenti le dichiarazioni della Procura, che giustificano  un’imputazione abnorme sulla base di un unico fatto specifico, il danneggiamento di un ponte ripetitore nel 2018, la cui attribuzione è tutta da dimostrare.

Continue reading

Posted in Contributi, Home | Commenti disabilitati su Contro il virus delle montature giudiziarie

“Stop al panico!” è in distribuzione

L’associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione è lieta di annunciare di aver dato alle stampe “Stop al panico!”, la seconda edizione riveduta, aggiornata e ampliata di “Difesa legale, note per una maggiore consapevolezza”.

Polizie e tribunali: istituzioni selettive e discrezionali poste da un ordinamento a garanzia di sé stesso, per natura inclini a essere piegate a fare del dissenso un crimine. Una ricognizione ragionata nelle trame del processo penale, pensata per chi prende parte a manifestazioni di piazza e movimenti dal basso. Nuova edizione aggiornata alle ultime novità legislative con approfondimenti inediti sull’autotutela digitale (in collaborazione con HackMeeting) e sul ruolo delle tecnologie biometriche e genetiche.

– Un socio dell’associazione intervistato sul libro in diretta su Radio Blackout nella trasmissione “Stakka Stakka” del 19 febbraio 2019

 

PRESENTAZIONI

sabato 29 febbraio 2020 dalle 17.00 alla Laboratoria autogestita di via De Rubeis 43 a Udine, promuove Affinità libertarie

venerdì 28 febbraio 2020 dalle 20.30 in via del Bosco 52/a a Trieste, promovono Gruppo anarchico Germinal e collettivo Tilt [info]

– sabato 14 dicembre 2019 dalle 19.00 a Zielona Gora,  in Grünbergerstr. 73, F’hain, Berlin [info]
domenica 5 maggio 2019 alle 13.00 al Circolo anarchico Bonometti , in via Borgondio 6 a Brescia [info]
– domenica 5 maggio 2019 alle 10.00 a Nuova casa del popolo di Ponticelli “La Casona”, in via Ponticelli 43 a Malalbergo (Bologna): seminario di autodifesa legale [info]
sabato 23 febbraio 2019 alle 17.00 all’Archivio storico della Fai, in via f.lli Bandiera 19 a Imola, cortile interno, entrata dal parcheggio dell’ “Ospedale Vecchio” [info]
– domenica 27 gennaio 2019 alle 17.30 a La Scintilla, in Strada Attiraglio 66 a Modena [info]
– sabato 19 gennaio 2019 alle 18.15 al Magazzino Parallelo, in via Genova 70 a Cesena [info]
sabato 15 dicembre 2018 a La Polveriera spazio comune, in via Santa Reparata, 12 a Firenze [info]
domenica 29 luglio alle 12.00 al presidio No Tav di Vanaus (Torino), nell’ambito del Festival alta felicità [info]
sabato 21 luglio 2018  alle 20.30 a Nuova casa del popolo di Ponticelli “La Casona”, in via Ponticelli 43 a Malalbergo (Bologna) [info]
sabato 7 luglio  2018 alle 17.30 a Lsoa Buridda, in corso Monte Grappa 39 a Genova, nell’ambito di HackMeeting [info]
– domenica 1 luglio 2018 alle 19 in piazzatta Rina Durante a Melendugno (Lecce), nell’ambito di Una marea di libri nel Salento che resiste [info]
domenica 1 luglio 2018 alle 15.30 in piazza del Mulino a Bussoleno (Torino), nell’ambito di HackMeeting warmup [info]
venerdì 29 giugno 2018 alle 21 a LiberaOfficina, in via del Tirassegno 7 a Modena [info]
giovedì 21 giugno 2018 alle 20.30 a Xm24, in via Fioravanti 24 a Bologna [info]
–  mercoledì 13 giugno 2018 alle 19 a Modo Infoshop, in via Mascarella 24 a Bologna [info]
– domenica 27 maggio 2018 alle 17 a Xm24, in via Fioravanti 24 a Bologna, nell’ambito di Olé [info]
– sabato 24 marzo 2018 alle 17 a Vag61, in via Paolo Fabbri 110 a Bologna, nell’ambito di Una montagna di libri contro il Tav: qui il video

La distribuzione online è sul portale indipendente OpenDdb, sia in spedizione sia nei formati ebook epub e mobi.

E’ inoltre possibile acquistarlo presso:
– Circolo Anarchico Berneri, piazza di porta Santo Stefano 1, Bologna
– Vag61, via Paolo Fabbri 110, Bologna
– Modo Infoshop, via Mascarella 24, Bologna
– Libreria Ubik, via Irnerio 27, Bologna
– Bar Edera, via Masia 14, Bologna
– Circolo Studi Sociali Errico Malatesta, via Fratelli Bandiera 19, Imola (Bologna)
– Libreria Carta Bianca, via Borgo Romano 12, Bazzano (Bologna)
– Cooperativa Diciannove, via Walter Fontan 41, Bussoleno (Torino)
– Libreria “La città del Sole”,  via Walter Fontan 4, Bussoleno (Torino)
– Centro studi libertari, via Jaurès 9, Milano
– Libreria47 (csa Magazzino 47), via Industriale 10, Brescia
– La Sobilla, salita San Sepolcro 6/b, Verona
– Circolo libertario E. Zapata, via Pirandello 22, Pordenone
– Ateneo Libertario, Borgo Pinti 50r, Firenze
– Comune Urupia, km 9 strada provinciale Francavilla Fontana, San Marzano di San Giuseppe (Taranto)
– Centro di Cultura Popolare, via G. Dimidri 33, Melpignano  (Lecce)
– Info Point No Tap ex Mattatoio, viale Einaudi 3, Melendugno (Lecce)

(in aggiornamento)

Associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione
Stop al panico!
Sconda edizione riveduta, aggiornata e ampliata di “Difesa legale, note per una maggiore consapevolezza”.

Brossura, 12x17cm, 168 pagine
ISBN: 979-12-200-2889-9 (libro); 979-12-200-2888-2 (ebook)
Copertina: BLU
Disegno in quarta: Zerocalcare
Prefazioni di Supporto legale e Movimento No Tav
Postfazione di Associazione Bianca Guidetti Serra
Opera pubblicata sotto licenza “Creative Commons
Attribution-Non-Commercial-ShareAlike 4.0 International” (CC BY-NC-SA 4.0)
Prezzo: cinque euro

Posted in Archivio iniziative, Comunicati e documenti, Home | Commenti disabilitati su “Stop al panico!” è in distribuzione

Facciamoli uscire! Case per i detenuti che possano usufruire del decreto “sfolla carceri”

Il decreto “sfolla carceri” emanato in tutta fretta a seguito delle rivolte prodotte dall’allarme coronavirus non sta dando seguito ai suoi propositi. A parte qualche meritoria iniziativa di solidarietà e il solito s-carico alle famiglie, le istituzioni continuano a non affrontare il problema. Avendo promosso, assieme all’associazione Bianca Guidetti Serra, l’appello “facciamoli uscire” rilanciamo ancora la denuncia dell’indisponibilità delle amministrazioni a dare un segnale di voler affrontare la questione.

Come proposto da Vag61 (12) vi possono essere, qui ed ora, delle soluzioni per dare una prima risposta, per quanto parziale, alle rivendicazioni della popolazione carceraria.

Rivendicazioni che chiedono a gran voce amnistia e indulto. Rivendicazioni che facciamo nostre e sosteniamo con forza. La gran parte dei detenuti sono carcerati per motivi legati all’immigrazione, alle sostanze, alla povertà, alla marginalizzazione prodotta da questo sistema sociale. I dispositivi securitari, non ultimi quelli adottati per far fronte alla pandemia, producono ghetti e lazzaretti. Rompiamo questa gabbia, facciamoli uscire.

Posted in Comunicati e documenti, Home | Commenti disabilitati su Facciamoli uscire! Case per i detenuti che possano usufruire del decreto “sfolla carceri”

Solidarietà a Vincenzo Vecchi e a chi è ancora privat* della libertà per i fatti del G8 2001

La solidarietà a Vincenzo Vecchi ci sembra doverosa, così come l’appoggio alla campagna per la non estradizione. Campagna che sembra già dare i suoi primi frutti: al momento in cui scriviamo la Corte d’Appello di Rennes, che doveva decidere nel merito della richiesta delle autorità italiane, ha sospeso l’estradizione.
Dal 2012, anno della sentenza definitiva per i fatti del G8 di Genova, in cui diversi compagni sono stati condannati per “devastazione e saccheggio”, sono state diverse le iniziative che abbiamo portato avanti in supporto agli arrestati, insieme a molte realtà bolognesi.
Ribadiamo quindi la solidarietà a Vincenzo e pubblichiamo di seguito l’appello scritto dai compagni francesi. Nel farlo, vogliamo ricordare anche i compagni o ancora in carcere che stanno finendo di scontare la pena e la compagna in semilibertà: anche loro necessitano della nostra solidarietà e del nostro supporto. Ricordiamo che, oltre alla condanna penale, si aggiunge la richiesta di risarcimenti ingenti.

Giovedì 26 settembre 2019 parteciperemo e invitiamo a partecipare all’iniziativa “Vincenzo Libero – Tutt* Liber*” al Parco Autogestito Xm24 (angolo via Fioravanti/via Gobetti)

Un’ulteriore iniziativa è previst martedì 15 ottobre 2019 a Vag61: “Vincenzo libero! Liber* tutt*!

Segnaliamo inoltre, da Supporto Legale: “Un comitato di sostegno contro l’estradizione di Vincenzo in Italia“.

Posted in Archivio iniziative, Comunicati e documenti, Home | Commenti disabilitati su Solidarietà a Vincenzo Vecchi e a chi è ancora privat* della libertà per i fatti del G8 2001

Per Rocco

L’associazione di mutuo soccorso ringrazia di cuore i familiari e tutte e tutti coloro che hanno ricordato il compagno Rocco con donazioni all’associazione.

Rocco è sempre stato vicino e solidale all’attività dell’associazione e più in generale alle compagne e ai compagni colpiti dalla repressione.

Il ricordo di Rocco è vivido e nella nostra attività sappiamo di portare avanti battaglie che sono anche sue.

Ciao Rocco

Posted in Home | Commenti disabilitati su Per Rocco

Quelli di «Repubblica» stanno messi male

Sulle pagine nazionali di «Repubblica» del 20 maggio 2018, tal Paolo Griseri, ex giornalista del «Manifesto» noto soprattutto per un’entusiasta agiografia di Marchionne, ha scritto un’astiosa recensione del manualetto di difesa legale Stop al panico! autoprodotto dall’Associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione di Bologna. È una prosa pseudoironica che potrebbe vagamente ricordare il riso delle iene nella savana…

Leggi  tutto sul blog Staffetta

Posted in Contributi, Home | Commenti disabilitati su Quelli di «Repubblica» stanno messi male